Ultimi Articoli Nel Nostro Blog Sugli Acquisti

i 4 step fondamentali per la scelta di un subwoofer per auto.

dato che scegliere un buon subwoofer per auto può celare diverse insidie, abbiamo deciso di elencarvi 4 aspetti importanti da dover valutare per acquistarne uno.

Guida alla scelta di un Subwoofer per auto

Esistono tanti tipi di casse in commercio, ma non sempre è facile sceglierne una. Per scegliere una cassa per PC, ad esempio, si devono valutare aspetti come la connettività, la presenza di entrare jack, e la possibilità di regolare bassi, medi e alti. Per scegliere un Subwoofer per auto, invece, vanno individuati diversi fattori importanti che, al momento dell’utilizzo, possono davvero fare la differenza. Ecco perché vogliamo mostrarvi qualche piccolo consiglio su come scegliere un buon Subwoofer per auto senza dover fare ricerche approfondite. Troverete i suggerimenti qui sotto!

Unsplash.com

Attivo o passivo

Il primo passo che bisogna fare prima di acquistare un Subwoofer per auto è quello di capire se si necessita di un dispositivo attivo o passivo. Il Subwoofer attivo non è altro che un dispositivo provvisto di un amplificatore integrato che, nella maggior parte dei casi, si rivela essere adatto per coloro che non vogliono avere a che fare con strumenti aggiuntivi all’interno della propria auto. Si tratta di una soluzione veramente semplice per tutti quelli che, in pochi passaggi, vogliono migliorare notevolmente la qualità dell’audio in macchina. Infatti, è possibile collegarlo all’impianto stereo già montato nel veicolo tramite gli appositi cavi. Un ottimo esempio di Subwoofer attivo per auto è senz’altro il Pioneer TS-WH500A, progettato con un design orizzontale che risulta poco ingombrante all’interno dell’abitacolo.

Amazon.it

Per chi si intende di elettronica e componenti audio, invece, è consigliato optare per un Subwoofer passivo, ovvero un dispositivo privo di amplificatori integrati. In questo modo, è possibile costruirsi un sistema di altoparlanti personalizzato all’interno della propria auto, così da ottenere il suono ideale in base alle esigenze più disparate. Ovviamente, i costi sono leggermente più alti in quanto vanno acquistate componenti aggiuntive come gli altoparlanti per auto. Tra questi, troviamo ad esempio il JBL CLUB 6520, un sistema di altoparlanti all’avanguardia ideale per la maggior parte dei Subwoofer passivi per auto presenti in commercio.

Amazon.it

Design

Prima di considerare aspetti importanti come il wattaggio, che vedremo più avanti, è opportuno valutare il design del Subwoofer che si vuole acquistare, in quanto può fare davvero la differenza ai fini di una scelta. Infatti, è possibile trovare Subwoofer da installare nel bagagliaio e sistemi audio da posizionare sotto il sedile dei passeggeri. In questo senso, i primi sono sicuramente più performanti e di qualità, in quanto dispongono generalmente di un wattaggio maggiore e di tecnologie all’avanguardia studiate per aumentare le prestazioni del dispositivo. Tuttavia, i Subwoofer da bagagliaio risultano particolarmente ingombranti poiché decisamente voluminosi. 

I Subwoofer da sedile, invece, sono sicuramente più compatti e comodi da posizionare anche all’interno di un’utilitaria. Si tratta di dispositivi progettati con un design orizzontale, dalle forme quadrate o rettangolari, quasi sempre attivi, ovvero con altoparlanti integrati. Un esempio è indubbiamente l’Alpine PWE-V80 che, anche se non dotato di una potenza paragonabile ai Subwoofer da bagagliaio, risulta essere un prodotto dalla qualità davvero elevata.

Amazon.it

Wattaggio

Il wattaggio è forse l’elemento più importante da dover tenere in considerazione al momento dell’acquisto. Una volta individuato il tipo di Subwoofer e il design che desiderate, infatti, capire la potenza che riesce ad erogare il dispositivo risulta davvero cruciale. Per quanto riguarda i Subwoofer attivi da bagagliaio, questi possono arrivare ad una potenza che si aggira attorno ai 100-250 W, ideali per creare un’atmosfera travolgente all’interno della propria auto. Ovviamente, dipenderà anche dai vostri gusti personali capire se una potenza di 250 W sia sufficiente per soddisfare le vostre esigenze.

Infatti, se desiderate far tremare l’intero veicolo, consigliamo vivamente di optare per un Subwoofer passivo, possibilmente da bagagliaio. Infatti, una volta creato il vostro sistema di altoparlanti per auto personalizzato, riuscirete ad ottenere una potenza che può superare senza problemi i 400-500 W. Inoltre, se avete bisogno di un kit completo di cavi e accessori per collegare i vari dispositivi, provate a dare un’occhiata al Kit Alpine, un prodotto che, grazie alle sue 4 casse (2 Woofer e 2 Tweeter), offre una potenza di ben 280 W che, uniti a quella del Subwoofer passivo che avete scelto, faranno letteralmente tremare la vostra auto.

Amazon.it

Frequenza

L’ultimo step che dovrete fare per acquistare il miglior Subwoofer per la vostra auto è capire il range di frequenza sulla quale opera il dispositivo, soprattutto se optate per un modello passivo. In base a questo, troverete Tweeter, Midrange, Woofer e Subwoofer, ognuno dei quali adatto a diversi tipi di suono. Il Tweeter è un tipo di altoparlante in grado di lavorare su frequenze fino ai 18 kHz, ideale per la riproduzione di suoni caratterizzati da alti potenti.

Amazon.it

Il Midrange invece, come suggerisce il nome, è adatto per le frequenze medie che vanno dai 350 Hz ai 10 kHz. Tuttavia, se volete godere di bassi potenti è necessario munirsi di un Woofer e un Subwoofer, capaci di lavorare rispettivamente tra i 120 Hz e 2 kHz, e tra i 20 e i 100 Hz. Ovviamente, è necessario trovare un giusto equilibrio tra ognuno di questi dispositivi. Avere solamente un Tweeter o un Subwoofer, infatti, sarebbe controproducente e genererebbe dei rumori piuttosto che audio di qualità. È proprio questo il motivo per cui, se optate per un Subwoofer passivo, vi consigliamo di indirizzarvi verso un sistema di altoparlanti come il Sony XSFB1620E, doato di un Woofer e un Tweeter dalla potenza di picco di ben 260 W.