Ultimi Articoli Nel Nostro Blog Sugli Acquisti

suggerimenti per scegliere delle scarpe antinfortunistiche.

chi lavora in cantieri o nel settore edile conosce bene l’importanza delle scarpe antinfortunistiche. Ecco come scegliere le migliori.

Gli elementi da valutare per scegliere un paio di scarpe antinfortunistiche

Comprare un nuovo paio di scarpe è sempre molto piacevole, soprattutto se si ha bisogno di un modello da utilizzare quotidianamente. Tuttavia, scegliere un paio di scarpe antinfortunistiche può risultare decisamente complicato, in quanto vanno valutati numerosi elementi importanti che potrebbero fare la differenza in base alle vostre esigenze. Ecco spiegato il motivo per cui, di seguito, abbiamo deciso di mostrarvi una piccola guida in modo da poter scegliere le scarpe infortunistiche più adatte a voi. Continuate a leggere!

Pixabay.it

Tipo

Non tutti sanno che le scarpe antinfortunistiche possono essere di vari tipi diversi, il cui è elemento comune è solamente quello di essere in grado di proteggere da eventuali incidenti. Dando un’occhiata ai modelli presenti in commercio, troverete scarpe basse, scarpe alte, sandali, zoccoli o stivali, ognuno dei quali rappresentato da caratteristiche specifiche.

Scarpe basse

Le scarpe basse sono forse tra le più comode in assoluto, molto simili alle sneakers che si utilizzano per un’uscita con gli amici. Si tratta di modelli particolarmente leggeri, che calzano perfettamente il piede, anche se non proteggono molto bene la caviglia. In particolare, sono adatte per mansioni con rischio di incidenti medio. Un esempio sono le U-Power RL20036 RedLion Point S1P SRC, in grado di garantire un comfort assoluto anche durante le giornate più impegnative.

Amazon.it

Scarpe alte

La differenza sostanziale tra le scarpe antinfortunistiche alte e quelle basse è sicuramente la protezione della caviglia. Questi modelli, infatti, anche se leggermente più pesanti, garantiscono una maggiore sicurezza, in quanto evitano distorsioni sulla zona alta del piede tenendovi al contempo lontani da eventuali impatti con superfici spigolose.

Sandali e zoccoli

Sia i sandali che gli zoccoli rientrano tra i modelli di scarpe antinfortunistiche, anche se non sono particolarmente indicati per ambienti di lavoro molto pericolosi. I primi, infatti, sono utili per favorire la traspirazione del piede, ma sono altamente sconsigliati per il settore edile o per attività in cui si deve sporcare. Allo stesso modo, gli zoccoli sono prettamente utilizzati per ambienti ristorativi o medici, in quanto dotati di suole antiscivolo. Tuttavia, questi non presentano nessuna punta di ferro.

Stivali

Se l’obiettivo è quello di garantire il massimo livello di protezione al piede, vorrete sicuramente acquistare degli stivali antinfortunistici. Si tratta di scarpe totalmente impermeabili che riescono a proteggere non solo il piede, ma anche l’intera zona della caviglia. Provate a dare un’occhiata alle PROTEQHOLTON S3 Cat WSCH HG, uno stivale unisex ideale per l’edilizia e i lavori da svolgere in cantiere.

Amazon.it

Suola

La suola, quando si parla di scarpe antinfortunistiche, è un elemento di fondamentale importanza. Nel caso in cui lavoriate con dispositivi ad alta tensione, infatti, una buona suola può fare la differenza. Esistono diversi tipi di suole sul mercato, che potrebbero essere più o meno adatte in base alle vostre esigenze, ad esempio:

  • Suole in gomma ideali per lavori a stretto contatto con l’elettricità;
  • Suole antiscivolo, perfette per gli ambienti di lavoro umidi o bagnati;
  • Suole in poliuretano, tipiche delle scarpe basse, in grado di ammortizzare il piede quando si compie un passo, facendo risparmiare tantissima fatica;
  • Suole anti abrasione, utili per evitare che la parte inferiore della scarpa si rovini durante il lavoro.

Per capire quale potrebbe essere quella più adatta a voi, vi basterà pensare agli elementi con cui siete più spesso a contatto.

Puntale

Chi lavora in ambienti ad alto rischio di incidenti conosce perfettamente l’importanza di un buon puntale. Ogni scarpa antinfortunistica, infatti, ha tipi di punte diverse, che possono essere realizzati con determinati tipi di materiali a seconda della mansione per cui sono state progettate. I più diffusi sono senza alcun dubbio quelli in acciaio e in alluminio. I primi sono adatti a lavori che si svolgono all’interno di cantieri edili, come nel caso delle Haix Airpower XR3 mentre i secondi, anche se abbastanza resistenti, sono più indicati per un tasso di pericolosità medio.

Amazon.it

Un esempio di puntali in alluminio sono senza alcun dubbio le U-Power RL20013 S3 SRC, scarpe antinfortunistiche basse che, nonostante la loro leggerezza e comodità, offrono un’ottima protezione contro gli incidenti sul lavoro. Tuttavia, esistono anche puntali in fibra di carbonio e vibra di vetro. In particolare, quelli in carbonio offrono una grande resistenza al calore e agli impatti, garantendo comunque un peso ridotto e una libertà nei movimenti davvero notevole.

Amazon.it

Traspirazione

Una volta individuato il miglior paio di scarpe antinfortunistiche per soddisfare le vostre esigenze, un ultimo elemento da dover valutare è indubbiamente il livello di traspirazione. Potreste anche acquistare le scarpe più costose e più valide di tutto il mercato, ma se il piede continua a sudare finireste per rimanere davvero delusi. 

La traspirazione, infatti, è determinata dal tipo di tessuto con la quale sono realizzate le scarpe. Alcune hanno dei componenti in pelle che, nonostante la loro bellezza estetica, possono risultare poco traspiranti. I migliori tessuti, d’altronde, sono sicuramente il nylon, il nabuk e il tessuto Mesh. Scegliendo tra uno di questi materiali sarete sicuri di godere di un gran livello di resistenza e di traspirazione. 

In particolare, scarpe antinfortunistiche in tessuto Mesh come le Lotto Speed 200 s3 HRO SRC offrono un livello di traspirazione davvero notevole. Inoltre, è molto utile valutare l’impermeabilità del tessuto che, nella maggior parte delle mansioni a rischio di incidenti, gioca un ruolo fondamentale.

Amazon.it

Come anticipato sopra, il trucco per scegliere il miglior paio di scarpe antinfortunistiche è indubbiamente quello di valutare a 360° ogni aspetto del proprio lavoro, in modo da poter scegliere il modello più adatto con facilità.